La Nuova Toyota Yaris

La Nuova Toyota Yaris

Se ne sottolinea con forza il carattere europeo, come del resto accade per altri modelli di passaporto asiatico. Presentando la Yaris 2014, versione aggiornata del modello di terza generazione, la Toyota pone prima di tutto l’accento sul suo radicamento nel vecchio continente.

Figlia dell’Europa. La nuova citycar, che continuerà a essere prodotta nella fabbrica francese di Valenciennes, è nata fra i reparti di product planning e ricerca e sviluppo della filiale europea (che hanno sede a Bruxelles) e il centro di design di Nizza. Così delineata, la compatta verrà commercializzata in tutto il resto dei mercati globali, compreso il Giappone (dove continuerà naturalmente a chiamarsi Vitz).

Le piccole passeranno dal Vecchio Continente. Questo intervento di restyling della Yaris ha una grande rilevanza industriale: d’ora in avanti sarà proprio Toyota Europe a curare lo sviluppo delle future piccole per i mercati internazionali. La Yaris 2014 è destinata per l’84% all’export al di fuori dei confini europei. Di recente, il modello è stato introdotto anche in Usa e Canada, mercati ai quali sono destinati 26.000 esemplari, ossia il 12% della produzione prevista per quest’anno.

Il nuovo look. Scendendo nel dettaglio degli aggiornamenti, la principale novità introdotta sul nuovo modello è il frontale ridisegnato, che nel suo andamento a “X” ricalca quello della recentissima Aygo. Anche dietro sono state apportate modifiche: sulla Yaris 2014 sono comparsi un nuovo paraurti con diffusore incorporato, luci a Led inedite e un portatarga ridisegnato.

Miglioramenti per abitacolo e confort. Nell’abitacolo gli sforzi sono stati indirizzati soprattutto nel senso del miglioramento della qualità visiva e tattile dei materiali: a questi miglioramenti s’è accompagnato un ampliamento della gamma di colori ed equipaggiamenti previsti per gli interni. Da segnalare anche gli interventi tecnici per migliorare l’assorbimento delle sospensioni e l’isolamento acustico, l’introduzione di una nuova barra di torsione e le modifiche a sterzo e ammortizzatori.

Qualche ritocco ai motori. La gamma motori della Yaris non subisce variazioni rispetto a quella attualmente in commercio: ai benzina da 1.0 e 1.3 litri restano affiancati il diesel 1.4 D-4D e la variante ibrida, che già oggi raccoglie un terzo degli ordini totali. Il benzina più piccolo, grazie a una serie di affinamenti, ha visto scendere le emissioni di CO2 da 110 a 95 g/km, e anche la versione Hybrid è stata affinata da questo punto di vista: il medesimo valore è passato da 79 a 75 g/km.


Fonte: Quattroruote




Sezioni

Ultime Notizie

Dicono di Noi