LA Nuova RAV 4

LA Nuova RAV 4

Ci sono auto che sono una sicurezza. La Rav4 è una di queste. Non ti aspetti grandi novità, ma la solita, solidissima Suv, e questo la Toyota te lo dà. La “20th Anniversary”, poi, sottolinea ancora di più l’heritage, la tradizione, il patrimonio, l’essere il punto di riferimento per gli appassionati di 4x4, da prima ancora che scoppiasse la moda delle sport utility. Salirci è come tornare a casa.

Anche se la casa è un po’ cambiata, le mie prime impressioni sono le stesse. Quant’è fatta bene, e quanto nero tutt’attorno… Il primo percorso è su strade scorrevoli: statali nell’hinterland di Milano, poi superstrade. La Rav4 è un macchinone pesante, ma agile e facile da guidare, sempre.
Questa è la nuova versione che abbina per la prima volta il 2.0 D-4D da soli 124 CV alla trazione Awd (prima riservata al più potente 2.2). Cambio manuale, purtroppo… su un’auto così mi aspetto sempre un comodo automatico, e il pur buonissimo manuale a sei marce lo vivo un po’ come una cosa a cui ci si deve rassegnare. Va benissimo, comunque. La vecchia cara Rav è un po’ gnucca, il motore sale e scende lentamente, lo sterzo è piuttosto pesante, ma tutto ispira una grandissima fiducia. E poi, pur senza scattare da bolide, piano piano prende velocità e non ci si accorge di essere ben oltre il limite… il confort è alto anche a 140-150 km/h e viaggiare per un centinaio di chilometri è una passeggiata di salute. Sono già a casa. Il computer di bordo dice 7 litri/100 km. Cioè più di 14 km/litro, dato di comprensione più immediata. Non male

Fonte: Quattroruote




Sezioni

Ultime Notizie

Dicono di Noi