La nuova Opel Mokka GPL

La nuova Opel Mokka GPL

La Opel prosegue nell’incessante ampliamento della sua gamma GPL Tech, con l’introduzione della variante a gas della Mokka. Ormai la Casa di Rüsselsheim può contare su un vero “battaglione” di proposte a Gpl: Corsa, Meriva, Astra, Zafira, Insignia, e la recente Adam, coprono quasi ogni fascia di mercato. Ora, quest’ultimo innesto è particolarmente importante, dal momento che proprio la Mokka è diventata la Opel più venduta in Italia, dopo lo storico sorpasso sulla Corsa.

Il Gpl oggi in Italia. Per quanto ancora significativo come quote, il Gpl è uscito da tempo dalla sua fase di vertiginosa espansione: il biennio 2009-2010, quando in Italia le vendite volavano sulle ali degli incentivi, sembra un ricordo lontanissimo. Finito l’effetto dei sussidi all’acquisto, il segmento ha subito nel 2011 un vero tracollo, per poi tornare altrettanto rapidamente intorno all’8-9% del mercato nel corso degli ultimi due anni. Tra il 2013 e i primi mesi del 2014, si è osservato un nuovo ridimensionamento, ma i numeri assoluti del segmento sono ancora molto importanti.

Più integrate le due alimentazioni (e si sente). La Mokka GPL Tech si inserisce in questo contesto di mercato con una proposta tecnica tra le più moderne in circolazione. Il suo motore, omologato Euro 6, è un recente turbo benzina della famiglia Ecotec: già in fase di progettazione l’unità è stata pensata per l’alimentazione a Gpl, a differenza dell’aspirato della Corsa, che adotta due diverse testate per le varianti a benzina e bi-fuel. Anche gestione elettronica e componentistica sono unificate: niente più centralina e cablaggi separati, con un ovvio guadagno in termini di integrazione tra le due alimentazioni.

Disponibile e rotonda. Tutto questo si traduce su strada in un funzionamento che è la copia carbone del normale motore a benzina: il 1.4 Ecotec GPL Tech eroga 140 CV e 200 Nm indipendentemente dal carburante che lo alimenta, e lo stesso carattere genuino della versione di partenza si ritrova su questa bi-fuel. Difficile apprezzare le differenze nel passaggio al Gpl: il quattro cilindri è sempre rotondo, corposo, regolare e assistito da un turbo “dolce”, per quanto non sia mai un fulmine nel prendere i giri. Piacevole sì, veloce in senso stretto, la Mokka non lo è di certo.

Su strada, tra luci e qualche ombra. Molto ben insonorizzata, la variante a gas della crossover trasmette sensazioni simili alla sorella a benzina, e non solo per quanto riguarda il motore: anche sulla GPL Tech la frizione risulta sempre leggera, e lo sterzo conserva un’impostazione turistica, evidentemente orientata verso la leggerezza, pur a scapito di un feeling non da riferimento. Sincera e abbastanza neutrale nonostante il baricentro alto, la Mokka non eccelle per le sensazioni trasmesse dal pedale del freno, poco comunicativo e caratterizzato da una risposta un po’ “gommosa”.

L’offerta in Italia. Per il suo ultimo modello a Gpl (che consuma 7,7 l/100 km, emettendo 124 g/km di CO2 sul ciclo combinato) la Opel ha previsto un’articolazione di gamma sui due allestimenti Ego e Cosmo. Disponibile unicamente con cambio manuale e trazione anteriore, la GPL Tech, che non è dotata di Start&stop, costa 23.420 euro nel primo caso e 24.920 nel secondo, per un sovrapprezzo pari a 1.500 euro rispetto alle omologhe varianti a benzina. Per l’offerta di lancio, il listino d’attacco sarà pari a 20.900 euro

Fonte: Quattroruote




Sezioni

Ultime Notizie

Dicono di Noi