La Nuova Opel Astra

La Nuova Opel Astra

Non una berlina compatta qualsiasi, ma una super compatta: è la nuova Opel Astra. Un successo che ha origini storiche, iniziando con la Kadett nel 1936 e continuando l’undicesima generazione dell’Astra. Che si basa su un’architettura leggera e inedita.
Non una berlina compatta qualsiasi, ma una super compatta: è la nuova Opel Astra. Un successo che ha origini storiche, iniziando con la Kadett nel 1936 e continuando l’undicesima generazione dell’Astra. Che si basa su un’architettura leggera e inedita, monta propulsori moderni e vanta una connettività all’avanguardia grazie all’integrazione del telefono e al rivoluzionario sistema di connettività e assistenza personale Opel OnStar. Prezioso per il noleggio a lungo termine.
Lunga complessivamente 4,37 metri, perde quasi 50 millimetri rispetto all’attuale Astra, mentre la larghezza scende di 5 millimetri a 1,81 metri (senza specchietti retrovisori esterni). L’altezza è stata ridotta di 2,5 centimetri a 1,48 metri. Il passo si accorcia di 2 centimetri, ma l’abitacolo è più spazioso. Con i nuovi sedili, i passeggeri della seconda fila adesso hanno ben 35 millimetri di spazio in più per le gambe, migliorando così il comfort e la percezione di spaziosità. Il guidatore ha ben 22 millimetri di altezza in più. La carrozzeria più slanciata e filante ha ovviamente un effetto positivo sull’aerodinamica e l’efficienza e nuova Astra può vantare un coefficiente di resistenza aerodinamica medio inferiore a 0.30. La versione più aerodinamica registra un valore di 0.285, ben 0.040 punti in meno della precedente versione più aerodinamica e un valore eccezionale per una berlina 5 porte.
A seconda del modello e dell’allestimento, la vettura pesa infatti fino a 200 kg (e in ogni caso almeno 120 kg) in meno del modello che l’ha preceduta. L’architettura, completamente rinnovata, gioca un ruolo preponderante nella riduzione del peso. Ogni componente è stato accuratamente studiato e realizzato in modo da garantire un design compatto utilizzando materiali ultraleggeri. La scocca nuda è stata alleggerita di 77 chilogrammi (oltre il 20%). Inoltre, alcune misure adottate per la realizzazione del telaio hanno contribuito a un’ulteriore riduzione di peso di 50 kg, grazie per esempio all’impiego di acciai leggeri ultraresistenti, all’uso di telai ausiliari compatti e alle riduzioni di peso realizzate sugli assi anteriore e posteriore. Gli ingegneri hanno inoltre deciso di non rivestire completamente il sottoscocca, cercando invece di ottimizzare l’aerodinamica dei componenti del telaio e del sistema di trazione. Altre misure per diminuire dimensioni e massa totale sono la riduzione degli sbalzi anteriore e posteriore e uno scarico più leggero del 25%.
Dentro, forme finemente scolpite sono associate a materiali di qualità e a una disposizione chiara e funzionale: tasti e interruttori sono stati ridotti al minimo, a vantaggio dell’efficienza e della facilità d’uso, caratteristiche tipiche di Astra. L’elemento centrale dell’abitacolo di nuova Astra è il premiato sistema di infotainment IntelliLink. La posizione del sistema è stata valutata con la massima attenzione per visualizzare perfettamente lo schermo e accedere con facilità alle varie funzioni.
Sotto il cofano di ogni nuova Astra romba un esemplare della nuovissima gamma di propulsori della Casa, proposti a livelli di potenza da 70 kW/95 CV a 147 kW/200 CV. Le varianti diesel e benzina, con cilindrata da 1.0 a 1.6 litri, condividono tre caratteristiche: uniscono la massima efficienza a una risposta eccellente e a una sorprendente fluidità e silenziosità; c’è un motivo se i turbo diesel Opel di ultima generazione sono stati soprannominati “whisper diesel”. Senza dimenticare il benzina 1.4 litri in alluminio da 74 kW/100 CV.
Per uno sfizio in più, a nostri parere, ecco Su il nuovissimo Turbo 1.4 ECOTEC a iniezione diretta, un propulsore 4 cilindri da 110 kW/150 CV, e con una coppia massima di 245 Nm. Questa unità appartiene alla stessa famiglia del più piccolo ma comunque potente tre cilindri, e rende più leggera la vettura grazie alla struttura interamente in alluminio. La nuova Astra è disponibile con tre tipi di trasmissioni: cambio manuale a cinque e sei rapporti, cambio robotizzato Easytronic 3.0 e cambio automatico a sei velocità a basso attrito. Quest’ultimo è disponibile in abbinamento con il 1.6 CDTI da 100 kW/136 CV.
È la prima nuova Opel disponibile con Opel OnStarfin dal lancio. Il servizio di connettività e assistenza personale è un vero e proprio angelo custode, disponibile 365 giorni all’anno premendo un semplice tasto. In caso di attivazione di un airbag, parte automaticamente una segnalazione al servizio Opel OnStar che, se necessario, provvede a inviare immediatamente una squadra di soccorso. OnStar trasforma inoltre nuova Astra in un hotspot Wi-Fi mobile 4G LTE, a cui si possono collegare contemporaneamente sette dispositivi.

Fonte: fleetblog




Sezioni

Ultime Notizie

Dicono di Noi