In Crescita in Ottobre il Mercato del Noleggio a Lungo Termine

In Crescita in Ottobre il Mercato del Noleggio a Lungo Termine

Si rafforza il trend positivo visto a settembre sul mercato italiano

dell’auto: il mese di ottobre 2014 si è chiuso con un incremento delle immatricolazioni del +9,2%, per un totale di 121.736 auto nuove. Il risultato dell’ultimo mese ha fatto da traino al consuntivo del 2014 nel suo complesso: dopo dieci mesi, le vendite (che hanno raggiunto quota 1.158.896 unità) sono in crescita del 4,2% sul 2013.

Privati al +15%. A ottobre, per la prima volta da molti mesi, si è fatto vedere un dato chiaramente positivo per quanto riguarda gli acquisti dei privati, che sono cresciuti del 15% rispetto allo stesso periodo del 2013. Un segnale per il momento isolato, ma comunque significativo, che ha portato il bilancio del settore privati al +1,8% nel periodo gennaio-ottobre.

Ancora forte il noleggio. Si conferma tonico il noleggio, che con il +10,3% di ottobre conferma la tendenza di lungo periodo: tra gennaio e ottobre il settore è cresciuto del 14,6%, portandosi al 20,1% del totale del mercato, e determinando il persistente schiacciamento della quota privati, oggi al 61,8%. In leggera flessione, infine, le società, che hanno chiuso ottobre al -5,4%, ma restano positive da inizio anno (+3,4%), attestandosi al 18% del mercato nel suo complesso.

Bene le diesel, boom per le “alternative”. Se le alimentazioni tradizionali si muovono di poco rispetto all’anno scorso, con le diesel al +8,2% e le auto a benzina al -1,3%, sono le “alternative” a far segnare incrementi più sostanziosi: il Gpl e il metano sono cresciuti impetuosamente (+33,4% e +47,6% rispettivamente), portando il bilancio da inizio anno verso il +4% nel primo caso e il +4,8% nel secondo. Molto bene anche le ibride (+30% a ottobre, +47% da inizio anno) e le elettriche (+91,1% a ottobre, +36,5% da inizio anno), che però restano su volumi poco significativi (151 unità a ottobre, 924 da inizio anno).

Renault inarrestabile. Concludiamo l’analisi con il consueto sguardo ai gruppi: buona parte dei big è in forte crescita, e se Fiat (+5,88% a ottobre, +0,48% da inizio anno) e Psa (+3,78%) risultano sotto la media del mercato, sono ben più significativi gli incrementi registrati da VW (+16,54%), Ford (+16,29%), Hyundai (+20,77%), Toyota (+16,32%) e BMW (+12,92%). “Top performer” del mese, Renault (+32,37% a ottobre, +27,41% da inizio anno) e Nissan (+30,57%).

Chevrolet e Smart in maglia nera. Spiccano, nel quadro ampiamente positivo, i pesanti tonfi registrati da General Motors e Daimler: nel primo caso, il -17,47% è motivato dalla pressoché totale scomparsa di Chevrolet (-95,75%, a 110 unità), solo in parte bilanciata dai buoni risultati di Opel (+17,86% a ottobre, +7,15% da inizio anno). Causa del -17,38% registrato da Daimler è invece nella fisiologica contrazione di Smart (-54,06%), alle prese con il ricambio generazionale. Stabile invece la Mercedes-Benz (+0,24%), che resta in territorio positivo da inizio anno (+3,23%)

Fonte: Quattroruote




Sezioni

Ultime Notizie

Dicono di Noi