Come risparmiare con il Noleggio a lungo termine

Come risparmiare con il Noleggio a lungo termine

Case Study – Flotta di medie dimensioni: come risparmiare 1.000 euro ad auto

È possibile risparmiare quasi il 10% con una
flotta di medie dimensioni a noleggio, rendendo più efficiente il
modello di gestione attuale e senza introdurre alcun downsizing o
downgrading in una car list già ottimizzata?

Il case study di questo mese risponde affermativamente
alla domanda. Il Cliente è un Gruppo multi utility di cui si analizza
esclusivamente la parte di autovetture in benefit per figure
commerciali/dirigenti e autovetture in pool (in totale circa 70
veicoli).

SITUAZIONE INIZIALE

Il Gruppo acquisisce le autovetture con la formula del
noleggio a lungo termine, con durate 36/48 mesi e chilometraggio totale
tra 120.000 e 150.000 km. La car list prevede 4 segmenti con limiti di
canone all’interno di una griglia chiusa costituita da vetture con
alimentazione diesel, gpl e metano. Si tratta di una car list già
estremamente “sobria” con tetto massimo, per la dirigenza, fissato sul
segmento D (berline medie).

Mentre i contratti di noleggio sono concentrati
sostanzialmente su un unico fornitore, il panorama dei costruttori è
piuttosto variegato: 6 OEM, nessuno dei quali raggiunge la quota di 50
unità in flotta.

L’incarico consiste nella realizzazione di un
diagnostico della flotta aziendale, limitatamente alle auto assegnate in
benefit e pool, attraverso la ricognizione degli aspetti economici,
contrattuali e gestionali. La metodologia di lavoro prevede il
confronto con le best practice, la quantificazione del TCO attuale,
l’identificazione delle aree di attenzione e del saving potenziale.

PROBLEMI AFFRONTATI

Una cura particolare viene dedicata all’analisi della
flotta – veicolo per veicolo – e alla ricostruzione degli aspetti
quantitativi (percorrenze e tutte le voci di costo, inclusi consumi e
telepass) e qualitativi (distribuzione delle assegnazioni per figure
professionali, sinistrosità, modalità di effettuazione dei rifornimenti e
deroghe contrattuali).

I canoni di noleggio vengono confrontati con i campioni raccolti all’interno di Flotta Semplice® il tool proprietario di GR advisory che consolida i dati di oltre 100 flotte aziendali rilevanti.

La mappatura e l’analisi approfondita delle attività
gestionali – assegnazione, ordine e consegna, gestione auto e contratto,
restituzione e fine rent, amministrazione – consente la realizzazione
di una gap analysis (confronto con le best practice mappate da GR advisory) che identifica in modo molto concreto e preciso gli elementi di miglioramento.

SOLUZIONI IDENTIFICATE

Il business case identifica 10 azioni chiare e
specifiche, attivabili in tempi stretti, senza investimenti, con impatti
significativi sui costi, sulla riduzione dei rischi e sull’efficacia ed
efficienza dei processi gestionali.

Tra le più importanti: la strutturazione di una car
policy unica che integri anche le attuali regole previste nella lettera
di assegnazione e nelle varie istruzioni operative interne, la
definizione di nuove regole da seguire nell’effettuazione dei
rifornimenti di carburante e, per quanto riguarda l’acquisizione, la
concentrazione su un OEM preferenziale e l’introduzione di deroghe e
franchigie nei contratti di NLT.

SAVING OTTENUTI

L’azione combinata delle raccomandazioni identificate
dall’advisor genera un potenziale di saving annuo di circa 71mila euro:
9% della spesa totale.

Fonte: Fleet Blog




Sezioni

Ultime Notizie

Dicono di Noi